ALTRI SUONI LAB

Destinatari

Scuola Primaria, Secondaria 1° grado


Descrizione

Una serie di incontri in cui si farà musica esplorando giocosamente il suono, quel fenomeno meraviglioso che si manifesta ogni volta che qualcosa viene fatto vibrare.

Capire come generarlo e quali sono le sue caratteristiche fisiche saranno gli spunti che ci porteranno ad avvicinare i bambini ad un'idea di musica teorizzata nel Novecento, in cui i suoni emessi in maniera apparentemente casuale dagli oggetti più disparati, dalla natura, dal corpo, dall'ambiente, arrivano ad avere una precisa valenza estetica e musicale.

Lo scopo degli appuntamenti è di sensibilizzare i bambini all'ascolto, stimolando con la curiosità il loro potente orecchio, che infatti è, insieme alla mano, il principale organo psichico dell'infanzia.

Obiettivi

  • promuovere l’educazione all’ ascolto e al dialogo

  • esplorare la dimensione del rumore come luogo creativo

  • stimolare un clima positivo nel gruppo classe

  • fornire strumenti promotori all’apprendimento di importanti abilità cognitive, come attenzione, concentrazione e pensiero creativo

  • sviluppare capacità espressive

  • avvicinare i ragazzi alle avanguardie artistiche del Novecento

Per le classi

Il percorso si articola in quattro incontri della durata di due ore ciascuno.

  • Primo incontro: gli alunni verranno introdotti a esercizi e pratiche di consapevolezza dei rumori che li circondano e che possono produrre con la voce, con il corpo e con gli oggetti di uso quotidiano, sviluppando così l’attenzione all’ascolto, al silenzio e un primo approccio all’apprendimento dei principali parametri sonori (altezza, timbro e intensità).

  • Secondo incontro: agli alunni verrà fornito un semplice strumentario di cordofoni, metallofoni e altri ad integrazione e completamento della gamma di suoni/rumori studiata nel primo incontro. Con altri esercizi e pratiche specifiche si approfondirà ulteriormente la classificazione dei rumori, dividendo la classe in gruppi in base ai rumori che emettono.

  • Terzo incontro: l'ensemble è formato e gli alunni si cimenteranno, sotto la direzione del maestro nell’organizzazione sonora dei rumori, creando vuoti/pieni, fortissimi e pianissimi e tutte le interazioni che una composizione prevede. E’ previsto l’ascolto di alcuni estratti di brani presi dal repertorio delle avanguardie del secolo scorso.

  • Quarto incontro: considerazioni, registrazione della performance ed eventuale saggio finale.